Retinopera » News » SEMINARIO NAZIONALE - CAPITALE SOCIALE E BENE COMUNE IL RUOLO DEI CORPI INTERMEDI OGGI IN ITALIA  
CAPITALE SOCIALE E BENE COMUNE IL RUOLO DEI CORPI INTERMEDI OGGI IN ITALIA    versione testuale
Seminario Nazionale Retinopera - Assisi 2016

 
 
Programma
 
 
 
Venerdì 1 luglio
 
Nel pomeriggio arrivi e sistemazione
 
Ore 20,00             Cena
 
Ore 21,15             Assemblea di Retinopera
 
Sabato 2 luglio
 
Ore 8,00               S. Messa presso la Tomba del Santo
                               Presieduta da S.E. Card. Gualtiero Bassetti
                               Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve
 
Ore 9,30               Introduzione
                               Franco Miano
                               Coordinatore Retinopera
 
                               I Sessione
                               Il ruolo dei corpi intermedi oggi in Italia: A che punto siamo?
                               Cesare Mirabelli
                               Presidente Emerito Corte costituzionale
 
Ore 11,00             Pausa
 
Ore 11,30             II Sessione
                               La crisi dei partiti
                               Francesco Bonini
                               Rettore LUMSA
                               
                               Introduce Gennaro Iorio
                               Membro Esecutivo Retinopera
 
Ore 13,15             Pranzo
 
Ore 15,30             III Sessione
                               La trasformazione del sindacato
                               Michele Colasanto
                               Università Cattolica Sacro Cuore
    Giuseppe Gallo
    Presidente Fondazione Tarantelli
   
    Introduce Giovanni Bottalico
    Membro Esecutivo Retinopera
 
Ore 17,15             Pausa
 
Ore 17,45             IV Sessione
    Quale spazio di partecipazione dopo la crisi bancaria.
    Leonardo Becchetti
    Università Tor Vergata Roma – Comitato Settimane Sociali
    Sergio Gatti
    Direttore Generale Federcasse – Comitato Settimane Sociali
   
    Introduce Vincenzo Conso
    Segretario Retinopera
 
Ore 20,30             Cena
 

Domenica 3 luglio
 
Ore 9,00               V Sessione
    Il valore civile della gratuità.
    Quale futuro per l’associazionismo?
    Marco Tarquinio
    Direttore di Avvenire
    Giuseppe Notarstefano
    Università Palermo - Comitato Settimane Sociali
    Carla Collicelli
    Advisor scientifico Fondazione Censis
    Sonia Mondin
    Membro Esecutivo Retinopera

    Introduce e Coordina Marco Fornasiero
    Membro Esecutivo Retinopera
 
 
Ore 11,30             Termine dei lavori
 
Ore 12,00             S. Messa nella Basilica Superiore
 
    Presieduta da S.E. Mons. Gualtiero Sigismondi
    Vescovo di Foligno
 
 
 
 
 
COMUNICATO STAMPA
Capitale sociale e bene comune: il ruolo dei corpi intermedi oggi in Italia
 
 
E’ il tema del Seminario nazionale di Retinopera che prenderà avvio sabato mattina, 
2 luglio, ad Assisi, con la Celebrazione eucaristica dell’Arcivescovo di Perugia Card. 
Gualtiero Bassetti 
L’azione dei corpi intermedi ha favorito la progressiva conquista di diritti civili,
 politici e sociali, e ha dato vita alle forme evolute della democrazia, dello stato e della 
società assicurando la crescita dei redditi, l’erogazione di beni collettivi e di 
prestazioni sociali, a partire dalla fine del XIX secolo per oltre un secolo. 
La capacità dei corpi intermedi di esercitare la responsabilità sociale è fondamentale 
per garantire la coesione sociale nelle comunità nazionali e locali e la governabilità 
delle società complesse.
Ma tuttavia questi soggetti oggi vivono un momento di difficoltà mettendo in crisi il 
rapporto tra la società e la politica, creando effetti di delegittimazione istituzionale. 
Nell’attuale fase storica si sta verificando un tendenziale declino del ruolo dei corpi 
intermedi. Esso non deriva da ostacoli di natura politica, ma soprattutto
dall’evoluzione delle strutture produttive e del mercato del lavoro, nell’ambito del 
processo di globalizzazione dell’economia.
Il declino è legato a vari fattori, molti esterni ad essi, dalla individualizzazione dei 
percorsi lavorativi alla crescente internazionalizzazione dei mercati finanziari e degli
investimenti, dalla conseguente diminuzione della capacità di intervento e di governo
di questi processi da parte delle istituzioni preposte alla sfiducia che ne deriva nel
governare mediante soggetti collettivi. Sempre più spesso, tali difficoltà si cerca di
superarle mediante un consenso costruito da semplificazioni mediatiche, che
riducono gli spazi e le capacità di discussione pubblica e di governo partecipato.
 
 
Roma, 30 giugno 2016
 
 
 

Astensionismo, exploit dei 5Stelle e periferie: il mondo cattolico ora s’interroga

Stefano De Martis

I segnali che sono arrivati dal voto amministrativo non possono essere archiviati rapidamente. Meritano un'ulteriore riflessione. Ecco le opinioni di Franco Miano (Retinopera), Matteo Truffelli (Azione Cattolica), Carlo Costalli (Mcl) e Roberto Rossini (Acli)

Per i sindaci eletti il 5 e il 19 giugno è il tempo di mettersi all’opera. Ma i segnali che sono arrivati da quell’ampia tornata di voto amministrativo non possono essere archiviati rapidamente. Meritano un’ulteriore riflessione, che parta dai dati di fatto ma che sappia guardare avanti, in una prospettiva più generale. Una riflessione a cui il laicato cattolico non può e non vuole sottrarsi. (continua a leggere l'articolo completo)


 

 

 

condividi su Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie