Retinopera » Programma per una cultura dell'incontro » PER UNA CULTURA DELL’ INCONTRO. Itinerari di Retinopera (2016 - 2017) 
PER UNA CULTURA DELL’ INCONTRO.    versione testuale
Itinerari di Retinopera (2016 - 2017)
 Carissimi,
il consiglio direttivo svoltosi lo scorso 13 ottobre ha indicato come impegno prioritario la prosecuzione degli itinerari Per una cultura dell’incontro avviati nel 2015-2016, ripensati in questo anno 2016-2017, alla luce del cammino di preparazione verso la prossima Settimana sociale di Cagliari (26-29 ottobre 2017) Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale che diviene orizzonte fondamentale del nostro cammino in questo periodo.
 
1.
Per una cultura dell’incontro ha significato per noi, nell'anno 2015-2016, scegliere in modo particolare, ma non esclusivo, quattro percorsi (con relative iniziative) :
  • Per una nuova ecologia integrale
  • I migranti fenomeno globale, integrazione possibile
  • La responsabilità sociale d’impresa per il bene comune
  • Capitale sociale e bene comune. Il ruolo dei corpi intermedi oggi in Italia
 
Per continuare in questa direzione, verranno svolti dei momenti di approfondimento per poter esaminare il percorso e l'evoluzione delle diverse iniziative svolte, come ad esempio i toolkit formativi promossi con Focsiv, per quanto concerne il tema ecologia, e per mettere in relazione ed ampliare questi temi già conosciuti lo scorso anno, con il tema del lavoro e tutte le sue implicazioni.
In questo senso, per ciascuno di questi ambiti, è stato pensato un consiglio direttivo allargato, da svolgersi in forma laboratoriale, che faccia il punto sulla riflessione e sulle iniziative in atto.
 
2.
Per una cultura dell’incontro vuol dire sempre più promuovere comunicazione, interscambio, corresponsabilità a tutti i livelli :
tra le nostre organizzazioni (far crescere la comunicazione e il sostegno alle iniziative di ciascuna delle nostre associazioni, pubblicizzando in modo speciale tutte le proposte di formazione al sociale, e sentendo sempre più le proposte comuni di Retinopera come proprie )
con altri enti e istituzioni (far crescere interscambi fecondi come quelli già avvenuti con la Cnal, per il seminario di approfondimento sulle implicazioni delle riforme costituzionali; con Scienza e vita per la pubblicazione delle riflessioni sulla Laudato sii aprendosi ad ulteriori nuove collaborazioni)
in maniera più diffusa (ampliando in modo nuovo e più efficace i profili della nostra comunicazione)
 
3.
Per una cultura dell’incontro vuol dire, in questo anno 2016-2017, contribuire fattivamente al cammino di preparazione verso la prossima Settimana sociale di Cagliari (26-29 ottobre 2017) Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale affinché sia un momento ricco, bello, vivo, popolare e non un appuntamento rituale. Come è stato indicato a conclusione del Consiglio Permanente della conferenza episcopale italiana dello scorso mese, la prossima Settimana sociale non può non puntare ad “essere un’esperienza ecclesiale che apre alla progettualità: dalla denuncia di ciò che non va nel mercato della domanda e dell’offerta – e che dice la necessità di un’etica dell’impresa – al racconto dell’esperienza e del senso del lavoro; dal rilancio di pratiche rivelatesi feconde all’individuazione di proposte per la creazione di lavoro nel Paese. In questa luce- continua il comunicato - si colgono anche le ragioni che hanno portato a individuare il tema di fondo dell’appuntamento di Cagliari: “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale”. Il cammino di preparazione – curato dal Comitato Organizzatore – vede, in particolare, la partecipazione al Festival della Dottrina Sociale a Verona (24-27 novembre 2016) e al Convegno promosso dai Presidenti delle cinque Regioni ecclesiastiche del Sud a Napoli (8 febbraio 2017); un Seminario nazionale della Pastorale Sociale del Lavoro a Firenze (23 – 25 febbraio 2017) e alcune iniziative messe in campo da Retinopera a Roma ( maggio 2017)”.
 
A partire da questa prospettiva Retinopera e ciascuna delle sue organizzazioni sono impegnate a far crescere attenzione e sensibilità al proprio interno ai contenuti della Settimana sociale e a promuovere iniziative concrete affinché la Settimana possa essere un’esperienza sentita ad ogni livello e seriamente preparata.
 
Più specificamente
Retinopera è impegnata a sostenere l'iniziativa “Cercatori di lavoro: imparare dalle migliori pratiche di lavoro per il bene comune” a cura di Leonardo Becchetti e Giuseppe Notarstefano che si pone in continuità con la nostra iniziativa del 28 maggio 2016 dedicata alla responsabilità sociale d’impresa (su questo invieremo apposita comunicazione a breve).
 
Retinopera organizza una giornata di riflessione e di proposta ( 13 maggio 2017 dalle 9.30 alle 17.30) su Il senso del lavoro oggi. Famiglia, giovani, generazioni a confronto sul presente e sul futuro del lavoro. Si tratta di un momento importante di condivisione e di impegno di Retinopera al quale dedicare sin da ora la massima attenzione ai fini di un’adeguata partecipazione (che prepareremo insieme nel comitato direttivo di dicembre), un momento che rappresenta una tappa significativa nella preparazione alla Settimana.
 
Accanto al convegno del 13 maggio 2017 ecco gli altri appuntamenti già fissati
 
condividi su Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie