Seminario sulla comunicazione: “Non si accende una lampada per metterla sotto il moggio”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lunedì 01 ottobre 2018 – Piazza San Callisto 16 – Roma – dalle ore 16.30 alle ore 20.00

 

“Non basta fare le cose, ma dobbiamo comunicarle in maniera adeguata  perché oggi le sorti politiche e culturali si giocano nell’arena di social …. servono  immagini che smontino i luoghi comuni:  viviamo una bolla speculativa della comunicazione  con la gente che crede a cose che non ci sono”(L. Becchetti – SIR 10.07.2018)

 

La storia recente del nostro paese testimonia che i luoghi in cui si formano consensi ed opinione pubblica sono cambiati.  Un tempo le parrocchie, le famiglie e le sezioni di partito intermediavano contenuti e valori per la stragrande maggioranza della popolazione. Oggi i social sono diventati le moderne “arene virtuali” nelle quali gran parte di contenuti ed idee, valori e (dis)valori circolano, in un contesto naturalmente meno favorevole al dialogo e allo sviluppo di relazioni umane integrali.

Come cristiani non possiamo però rifiutare la sfida solo perché essa si svolge in un luogo che non ha tutte le caratteristiche ideali che desidereremmo, ma i “social”  sono uno dei luoghi nei quali dobbiamo incontrare gli uomini del nostro tempo e per farlo dobbiamo diventare comunicatori più efficaci.  Nella rete lo sfogo, la rabbia, l’inventiva hanno bisogno di essere controbilanciati da dialoghi, inviti alla riflessione, empatia e trasmissione di contenuti e di testimonianze positive, e per fare questo tutti gli uomini di buona volontà sono convocati!

Nell’attesa di avervi numerosi Vi salutiamo con affetto augurando a tutti buone ferie.

Gianfranco Cattai, coordinatore

Sonia Mondin, segretario

 

Per partecipare vi invitiamo ad iscrivervi il prima possibile tramite mail a: retinoperaroma@gmail.com